NOTIZIE DALLA SARDEGNA



Nuovo Coronavirus - Cosa c'è da sapere    (Marzo 2021)

REGISTRAZIONE PASSEGGERI E CONDIZIONI DI INGRESSO IN SARDEGNA: Con l'Ordinanza del Presidente n.5 del 5 marzo 2021 sono state introdotte le disposizioni per chi intende arrivare in Sardegna. Da lunedì 8 marzo tutti coloro che intendono imbarcarsi su linee aeree o marittime dirette in Sardegna, sono tenuti a registrarsi prima dell'imbarco tramite il modulo online, e presentare copia della ricevuta di registrazione unitamente alla carta d'imbarco e a un documento d'identità in corso di validità. La registrazione può avvenire anche tramite la App scaricabile dagli store per i sistemi iOS e Android. Sarà necessario inoltre rispettare una delle condizioni previste all'art.4 dell'Ordinanza:
- dichiarare di aver effettuato il vaccino;
- dichiarare di aver effettuato il tampone con esito negativo non oltre le 48 ore prima della partenza;

In base all'Ordinanza n.9 del 17 marzo 2021, l'ingresso in Sardegna per recarsi presso le abitazioni diverse da quella principale (c.d. seconde case) è consentito solo in presenza di comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità e/o di indifferibilità documentata ovvero per motivi di salute e, comunque, secondo le prescrizioni dell'Ordinanza regionale n. 5/2021. I vettori e gli armatori, prima dell'imbarco dei passeggeri acquisiscono e verificano, oltre alla ricevuta dell'avvenuta registrazione dei passeggeri, la documentazione attestante il possesso dei requisiti previsti dal DPCM 2 marzo 2021 per gli spostamenti dalle Regioni di provenienza; vietano l'imbarco nel caso in cui la documentazione non sia completa o i passeggeri non siano in possesso dei requisiti.
E' possibile inoltre:
- effettuare il tampone all'arrivo, o presso le aree dedicate nei porti e aeroporti, o entro le 48 dall'arrivo;
- sottoporsi all'obbligo di isolamento fiduciario per 10 giorni, con onere di darne comunicazione al proprio medico di medicina generale, al pediatra di libera scelta ovvero, per i non residenti, all'Azienda sanitaria territorialmente competete tramite il numero verde.

SARDEGNA ZONA ARANCIONE
Da lunedì 22 marzo 2021 la Sardegna è in "zona arancione". Lo ha previsto l'ordinanza del Ministro della Salute del 19 marzo 2021. Consulta le FAQ del Governo sulle misure previste nella classificazione a zone. Non è consentito lo spostamento verso le altre regioni se non per motivi di lavoro, di salute o necessità Per maggiori informazioni inviare una mail alla casella: urp.emergenza@regione.sardegna.it o contattare il numero verde: 800 180 977.
Regione Autonoma di Sardegna    Modulo On Line    Nuove Ordinanze


Imu e Tari 2021 per la seconda casa in Italia    (Febbraio 2021)

Legge 30 dicembre 2020, n. 178. Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2021 e bilancio pluriennale per il triennio 2021-2023. Imu e Tari 2021 per la seconda casa: se disabitata si paga la metà. Chi ha diritto a agevolazioni e esenzioni.
A partire dall'anno 2021 per una sola unità immobiliare a uso abitativo, non locata o data in comodato d'uso, posseduta in Italia a titolo di proprietà o usufrutto da soggetti non residenti nel territorio dello Stato che siano titolari di pensione maturata in regime di convenzione internazionale con l'Italia, residenti in uno Stato di assicurazione diverso dall'Italia, l'imposta municipale propria di cui all'articolo 1, commi da 739 a 783, della legge 27 dicembre 2019, n. 160, è applicata nella misura della metà e la tassa sui rifiuti avente natura di tributo o la tariffa sui rifiuti avente natura di corrispettivo, di cui, rispettivamente, al comma 639 e al comma 668 dell'articolo 1 della legge 27 dicembre 2013, n. 147, è dovuta in misura ridotta di due terzi. Sulla base di questa disposizione di legge i pensionati residenti fiscalmente all'estero possono godere di uno sconto sulle imposte dovute relative la casa in Italia, a patto di rispettare alcuni requisiti. A beneficiare di questa disposizione sono i pensionati fiscalmente residenti all'estero, ovvero coloro che beneficiano di una pensione dello stato estero convenzionato come la Svizzera.
La situazione per i pensionati esteri con immobili in Italia è cambiata molte volte negli ultimi anni. Infatti, è utile ricordare che fino al 2019 le imposte patrimoniali sulla prima casa non erano dovute dai pensionati residenti all'estero e iscritti all'AIRE. Tuttavia, la Legge n. 160/2019 (Legge di Bilancio 2020) ha cancellato l'esenzione, per evitare una procedura d'infrazione da parte dell'Europa. Infatti, per l'Unione Europea, il regime agevolato previsto per i pensionati connazionali residenti all'estero era discriminatorio nei confronti dei cittadini di altri Stati d'Europa, possessori di immobili in Italia. La UE come al solito adotta due pesi e due misure, a seconda dello Stato interessato, ha rilevato una discriminazione in merito all'esenzione sulle imposte per i cittadini italiani pensionati residenti all'estero, ma non trova discriminazione per la tassazione applicata a grandi gruppi industriali che hanno la sede fiscale ad esempio in Olanda. Per questo motivo, quindi, per tutto l'anno 2020 non sono state applicabili agevolazioni per italiani residenti all'estero per quanto riguarda l'IMU. A cambiare le cose, introducendo una nuova agevolazione sia sull'IMU che sulla TARI per gli italiani all'estero è stata la Legge n. 178/20, all'art. 1, comma 48. Si tratta di una disposizione la quale vengono stanziati 12 milioni di euro, da ripartire a livello locale con decreto del Ministero dell'Interno e del MEF e che reintroduce una parziale esenzione dall'IMU per i pensionati italiani all'estero, titolari di una pensione estera. Vediamo adesso i requisiti legati all'applicazione di questa esenzione.
A partire dal 2021 secondo la disposizione normativa in commento viene riconosciuta una riduzione pari al 50% dell'IMU dovuta su una sola unità immobiliare ad uso abitativo posseduta in Italia da soggetti non residenti fiscalmente nel territorio dello Stato, titolari di pensione estera maturata in regime di convenzione internazionale con l'Italia. L'agevolazione si applica quindi ai pensionati che risiedono all'estero, ma a patto di percepire una pensione in regime di convenzione internazionale.
In favore di questi pensionati residenti all'estero, è prevista inoltre una riduzione della TARI. L'importo dovuto è ridotto di due terzi rispetto alla misura ordinaria. Sia per lo sconto IMU del 50% che per la riduzione della TARI, sarà necessario che l'immobile posseduto a titolo di proprietà o usufrutto non sia in affitto o in comodato d'uso.
Rispetto all'agevolazione precedente, in vigore sino al 2019, la portata di questa agevolazione è sicuramente più limitata. Vedremo comunque, quali saranno gli sviluppi in futuro e se anche questa volta potrebbe essere contestata una possibile procedura di infrazione da parte della UE.

Articolo del Dr. Paolo Gasparini apparso su La Pagina il 20.01.2021       I dettagli sul Corriere Della Sera   Il testo della legge   Articolo su L'ECO



Il Covid ha falciato anche Pasqualino    (Gennaio 2021)

Grave lutto nel mondo dello spettacolo. Morto per Covid Pasqualino Puligheddu, artista e compositore noto e stimato da tutti, musicista e compositore nativo di Oliena e marito della cantante Maria Luisa Congiu, sposata 28 anni fa e dalla quale ha avuto quattro figli. Era molto conosciuto e stimato in tutta la Sardegna e nei numerosi Circoli dei sardi che avevano ospitato la sua arte e le produzioni di successo a cui ha contributo accanto alla moglie sin dai tempi del Duo di Oliena.
Articolo su Sardegna Live




Alluvione a Bitti, solidarietà dalla Svizzera    (Dicembre 2020)

La Federazione dei Circoli sardi in Svizzera profondamente colpita dalla tragica alluvione dei giorni scorsi aderisce alla campagna di raccolta fondi ufficiale lanciata dal Comune di Bitti per poter superare quanto prima le maggiori criticità dovute all'alluvione che ha colpito il paese barbaricino il 28 novembre 2020. Informiamo i sardi e tutti gli amici della Sardegna che intendono inviare il loro contributo di farlo utilizzando i dati per il bonifico riportati nel documento PDF che è stato pubblicato anche sul Messaggero Sardo Online.
Messaggero Sardo     Tottus In Pari




Consulta Emigrazione, impulso al Programma 2020    (Dicembre 2020)

Relazione particolareggiata , riportata su "IL MESSAGGERO SARDO", di quanto è stato trattato, discusso e deliberato nella riunione di Consulta del 27 novembre 2020.
Messaggero Sardo








Corona in Sardegna: Ordinanza di Christian Solinas    (Settembre 2020)

Nuova ordinanza restrittiva anti-Coronavirus in Sardegna. Il governatore Christian Solinas ha firmato un provvedimento secondo il quale dal 14 settembre i passeggeri in ingresso nell'Isola sono "invitati" a presentare un certificato di negatività al virus agli imbarchi di navi e aerei o ad autocertificare di essere risultati negativi a un test sierologico, molecolare o antigenico.
Ordinanza Sett.2020




Sardegna Sicura - Questionario oggligatorio    (Luglio 2020)

Ordinanza del Presidente della Regione N.27 del 2.06.2020 - Questionario obbligatorio per la registrazione di chi quest'anno va in Sardegna in ferie.    Formulario On Line   



Modulo di Registrazione    (Giugno 2020)

Il formulario nella versione PDF editabile rilasciato dalla Regione Autonoma della Sardegna per la registrazione di chi quest'anno va in Sardegna in ferie. Il viaggiatore è tenuto a compilare il modulo indicando il proprio stato di salute con apposizione di segno di spunta su SI o NO e deve dichiarare sotto la propria responsabilità che i dati anagrafici e quelli relativi allo spostamento e al soggiorno in Sardegna corrispondono al vero.
Formulario   




Corona in Sardegna: Ordinanza di Christian Solinas    (Maggio 2020)

ORDINANZA N.23 DEL 17 MAGGIO 2020 del Presidente della RAS Christian Solinas, con le ulteriori misure straordinarie urgenti di contrasto e prevenzione della diffusione epidemiologica da COVID-19 nel territorio regionale della Sardegna.
Ordinanza N.23    (113 Pagine)







Campagna di informazione su pandemia da Covid-19    (Aprile 2020)

La F.I.E.I. (Federazione Italiana Emigrazione Immigrazione) ha messo a disposizione
il proprio portale informativo "Emigrazione Notizie" per seguire lo sviluppo della pandemia in Italia e all'estero, in particolare nei paesi a forte presenza italiana. Vi invitiamo a trasmetterci notizie sulle diverse situazioni nei singoli paesi e città e a segnalarci eventuali situazioni di difficoltà o emergenze che riguardino nostri connazionali. Emi-News trasmetterà le informazioni verificate che ci perverranno, alle nostre rappresentanza istituzionali e reti sociali e le diffonderà ad altri organi di informazione. Le informazioni vanno inviate a: emigrazionetv@gmail.com                      Emigrazione Notizie



Bonifico dalla F.C.S.S. a sostegno delle persone e delle strutture in Sardegna    (Marzo 2020)

Lettera di accompagnamento per il bonifico effettuato dalla Federazione dei Circoli Sardi in Svizzera a sostegno degli ospedali sardi impegnati nella lotta al Coronavirus. In questi momenti difficili e complicati che stiamo globalmente attraversando, la nostra Federazione ha ritenuto necessario e doveroso dimostrare, a nome dei Circoli sardi in Svizzera, la nostra vicinanza con un atto concreto a sostegno delle persone e delle strutture che sono in prima linea nella lotta al coronavirus e nella difesa della salute dei nostri corregionali. Ringraziamo quanti hanno collaborato a questa iniziativa e preghiamo il buon Dio che tutto finisca al più presto. In questo momento ci sembra superfluo ripetere e sentire le stesse frasi, ma è necessario attenersi al buon senso di ognuno di noi e non uscire di casa se non in caso di necessità estrema che tutti conosciamo.    Lettera di bonifico



Ordinanza in merito ai rientri in Sardegna    (Marzo 2020)

Non esiste ancora nessun blocco d'ingresso in Sardegna ma occorre munirsi di una autorizzazione preventiva per i viaggi verso l'isola. La struttura dell'Assessorato del Lavoro e le Associazioni di Tutela sono a disposizione per ogni necessità e/o chiarimento dovesse essere utile a Voi e alle persone che a Voi si rivolgono. Anche noi come Consiglio Nazionale della Federazione siamo a disposizione. Abbiate cura di Voi stessi e dei Vostri cari. Adesso è il momento della solidarietà e di resistere. Andrà tutto bene, coraggio!!
Comunicato
Formulario di richiesta
Ordinanza





Comunicato MOBY per i viaggiatori marittimi    (Marzo 2020)

La Moby continua a seguire l'evolvere della situazione riguardante l'epidemia COVID-19, seguendo le direttive internazionali, europee e del nostro paese. Fin dalla dichiarazione dello stato di emergenza la società ha avviato tutte le procedure di sicurezza in coordinamento con i responsabili dell'emergenza sanitaria nazionale, continuando a garantire la mobilità via mare verso tutte le maggiori isole del nostro paese. Inoltre la Moby si rende conto che si necessiti di una maggiore flessibilità nel programmare le vacanze future nell'incerta ottica di come evolverà questa situazione nei prossimi mesi. In quest'ottica garantisce quindi:
1. l' eliminazione delle penali di variazione in caso di modifica del biglietto.
2. in caso di rinuncia al viaggio, sarà riconosciuto un bonus dell'intero importo del biglietto originario, da utilizzare entro il 31/12/2021.    Comunicato






Dichiarato lo Stato di Emergenza Regionale    (Marzo 2020)

Cagliari, 17 marzo 2020 - Il Presidente Christian Solinas dichiara lo Stato di Emergenza Regionale sino al 31 luglio e prevede misure operative di protezione civile. "In conseguenza del rischio sanitario, dovuto alla grave emergenza epidemiologica in corso, abbiamo dichiarato lo stato di emergenza regionale sino al 31 luglio 2020 per consentire una tempestiva attuazione delle disposizioni nazionali secondo le specificità del contesto isolano. Inoltre, con l'approvazione delle Misure operative di Protezione civile abbiamo definito la catena di comando e di controllo, il flusso delle comunicazioni e delle procedure da attivare per fronteggiare l'emergenza Covid-19 in Sardegna". Lo ha detto il presidente della Regione, Christian Solinas, illustrando le scelte odierne della Giunta regionale per fronteggiare l'emergenza sanitaria. Le misure operative prevedono un sistema di coordinamento con un Comitato operativo regionale (COR), istituito presso la Protezione civile regionale, composto dal Presidente della Regione, dagli assessori della Sanità, della Difesa dell'ambiente, dei Trasporti, dai direttori generali della Presidenza e degli Assessorati coinvolti, della Protezione civile, di Areus e dal Commissario straordinario di ATS, che opera in collegamento coi Dipartimenti di prevenzione/sanità pubblica delle aziende sanitarie locali e con un rappresentante della Prefettura di Cagliari, che ha lo scopo di garantire il raccordo con le altre prefetture del territorio regionale. Istituita l'Unità di crisi regionale (UCR), presso l'Assessorato regionale della Sanità, che garantisce e monitora l'applicazione uniforme nel territorio delle procedure sanitarie previste dalla Regione e dal Governo e coordina le diverse componenti istituzionali deputate all'attuazione e gestione dell'emergenza infettiva. Opereranno anche due Unità di crisi locale, istituite presso le ASSL di Cagliari e Sassari, che assicurano il coordinamento e l'esecuzione delle procedure previste dai protocolli sanitari e dalle raccomandazioni ministeriali e riferiscono all'UCR sulle misure adottate e da adottare.
"A causa della rapida evoluzione della situazione epidemiologica e dell'incremento dei casi - ha aggiunto il presidente Solinas - oltre quelli della Presidenza del Consiglio dei Ministri, la Giunta ha emanato una serie di decreti restrittivi validi per la comunità sarda, con effetti immediati anche in altri settori oltre a quello sanitario, come nella gestione dei trasporti da e per la Sardegna, con controllo e supporto per assicurare spostamenti motivati anche all'interno del territorio regionale, l'approvvigionamento dei dispositivi di protezione individuale e l'assistenza alle persone che, rimanendo isolate, non possono accedere ai servizi essenziali attraverso gli strumenti informatici. Uno degli effetti, che ha riguardato in particolare la Sardegna, è stato il flusso in ingresso di persone domiciliate nelle secondo case e il rientro di sardi che si trovano fuori dall'Isola per motivi di lavoro o di studio. Se ciò dovesse comportare un incremento rilevante dei casi, si potrebbe delineare uno scenario difficile per il Sistema sanitario regionale che potrebbe avere difficoltà a fronteggiare l'emergenza e la nostra condizione di insularità renderebbe ancora più complessa la realizzazione di interventi di soccorso sanitario da parte di altre Regioni".
"Per assicurare l'attuazione degli interventi urgenti e dei servizi di soccorso, il Direttore generale della protezione civile, sentito il presidente Solinas, convocherà a breve il Comitato operativo regionale, con la partecipazione degli Assessori regionali competenti, per assicurare il coordinamento degli interventi urgenti e delle strutture operative regionali con quelle nazionali e degli enti locali", ha evidenziato l'assessore della Difesa dell'Ambiente, con delega alla Protezione civile, Gianni Lampis.    Versione PDF



Emergenza Virus per i viaggiatori in Italia    (Marzo 2020)

Alla luce dell'attuale situazione di pandemia a causa del Corona-Virus, se qualcuno dalla Svizzera volesse recarsi in Italia o in Sardegna dovrebbe compilare una auto-dichiarazione simile a quella riportata nel collegamento.    Dichiarazione
Autocertificazione Spostamenti: da questa pagina potrai creare e gestire tutti i moduli di spostamento da mostrare alle forze dell'ordine qualora fosse necessario:    Link
Il ministro delle infrastrutture e dei trasporti decreta che il trasporto marittimo dei viaggiatori da e verso la Sardegna è sospeso fino al 25.03.2020.    Decreto







Coronavirus, appello di Solinas ai sardi    (Marzo 2020)

"Difendiamo la nostra salute": Il presidente della Regione invita al rispetto delle misure prescritte nei decreti governativi e regionali: evitare il più possibile di uscire di casa, evitare gli assembramenti anche all'aperto, tenere ovunque la distanza necessaria dalle altre persone.
CAGLIARI. Il presidente della Regione Christian Solinas, che segue senza sosta tutte le attività svolte sul campo dalla macchina regionale, con il suo personale sanitario e i mille uomini della protezione civile impegnati sul campo, "rivolge un saluto e un accorato appello a tutti i Sardi - è scritto nella nota stampa -, affinchè ciascun cittadino collabori con tutto il suo impegno al contrasto alla diffusione del virus". "Stiamo vivendo - dice il Presidente -, una grande emergenza sanitaria di natura globale che sta investendo tanti paesi. Un momento complesso nel quale, ha detto il Presidente, desidero rivolgermi a tutti non solo come presidente della Regione e responsabile della salute pubblica, ma come uomo, come farebbe ogni buon padre di famiglia. Ci sono state imposte, perchè assolutamente necessarie, misure severe, che incidono pesantemente sullo stile di vita che abbiamo conquistato negli anni, e che ha portato alla libera circolazione delle persone, delle merci, dei rapporti umani. Oggi abbiamo però bisogno di mettere in sicurezza la salute di tutti noi. Dobbiamo farlo seguendo alla lettera le indicazioni dell'Istituto Superiore di Sanità, dell'Organizzazione Mondiale della Sanità , e quelle contenute nelle Ordinanze da me emesse. Fino al 3 di aprile dobbiamo evitare qualsiasi tipo di contatto ravvicinato tra le persone, qualsiasi viaggio e qualsiasi situazione di pericolo, perchè il coronavirus si espande e viaggia sulla gambe degli uomini. Limitare i contatti significa limitare il contagio e l'espandersi di questa sciagura. Osservando delle buone regole di condotta e le prescrizioni emesse dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri e dalla Presidenza della Regione, prosegue Solinas, siamo ancora nelle condizioni e nei tempi perchè si possa arginare questa espansione e riportare la nostra vita e i nostri rapporti alla normalità. Possono sembrare sacrifici eccessivi, ma sono necessari". "Tutto questo, prosegue, avrà un costo per le partite iva, gli artigiani, le imprese turistiche. Ma la Regione e lo Stato - sottolinea Solinas - interverranno per restituire quello che questa emergenza sta oggi togliendo. Ora - ribadisce il Presidente -, la preoccupazione è sanitaria: occorre evitare il contagio. Non c'è alcun bisogno di fare ressa nei supermercati, perchè non è in discussione il normale approvvigionamento delle merci. Occorre comportarsi in maniera ordinata; possiamo fare normalmente la spesa evitando distanze ravvicinate e restando possibilmente a 2 metri dagli altri clienti; evitando di uscire di casa più volte, evitando compere non necessarie e soprattutto assembramenti di ogni genere in luoghi pubblici o privati".    La Nuova Sardegna



Cagliari, Insediata la Consulta dell'Emigrazione.    (Gennaio 2020)

È stata insediata ufficialmente la nuova Consulta dell'Emigrazione che resterà in carica per tutta la legislatura. La presiede l'assessore del Lavoro della Regione Sardegna Alessandra Zedda. Il "parlamentino" dell'emigrazione sarda nel mondo è composto dai rappresentanti delle varie Federazioni dei Circoli degli emigrati, dai rappresentanti dei Circoli in quelle Nazioni dove non vi sono federazioni, dai rappresentanti sindacali e da quelli delle Associazioni di tutela. Con 17 voti su 20 Domenico Scala é stato confermato ancora una volta alla vicepresidenza della Consulta.
Comunicato di A.Mura    Unione Sarda    Tottus In Pari    Messaggero Sardo    BuongiornoAlghero.it   




Il Parco Regionale Porto Conte di Alghero.    (Marzo 2019)

Dal Piccolo Principe a Capo Caccia, le meraviglie di Porto Conte. Il parco regionale di Alghero compie vent'anni. Un'occasione per scoprire la sua offerta, non solo paesaggistica.
La Repubblica    Articolo    L'altra ribalta    SardegnaPress    AlgheroTurismo
Alla nostra Federazione è stato approvato dalla RAS il progetto Regionale: "Promozione turistica e territoriale del Parco Regionale di Porto Conte"
BREVE DESCRIZIONE DEL PROGETTO:
PROMOZIONE TURISTICA DEL PARCO REGIONALE DI PORTO CONTE CON LO SVILUPPO DI UNA PIATTAFORMA ONLINE CHE METTA IN RETE TUTTI GLI AMICI DEL PARCO, INDIVIDUAZIONE DI UN'AREA ALL'INTERNO DEL PARCO ALGHERESE PER INSTALLAZIONE DI UN PERCORSO TURISTICO CON IL COINVOLGIMENTO PROMOZIONALE DI AZIENDE E/O GRUPPI INTERNAZIONALI PER ATTIRARE UN TURISMO DI QUALITÀ SUL TERRITORIO.
Come da programma, la Federazione dei Circoli Sardi in Svizzera ha già avviato i lavori ed i contatti, "l'impresa" è interessante ma anche molto impegnativa.



Protocollo d'intesa Parco di Porto Conte.    (Aprile 2019)

Comunicato Stampa sulle principali fasi di realizzazione del nostro Progetto Regionale "Promozione turistica e territoriale del Parco Regionale di Porto Conte" approvato dall' Assessorato del Lavoro.
Vent'anni portati benissimo. Il 9 aprile 2019 il Parco Naturale Regionale di Porto Conte ha celebrato con una serata di gala al teatro Civico i suoi primi cinque lustri dedicati alla tutela e alla valorizzazione di un'area unica e speciale, un angolo di paradiso tra terra e mare da 5mila ettari.
Comunicato Stampa    Alguer.it    Buongiorno Alghero    Unione Sarda    La Nuova Sardegna    SassariNotizie.com

TOP